WordPress Downgrade

WordPress 3.6 è uscito da qualche settimana, pieno di nuove feature e di nuova riscrittura di porzioni di codice. Tutto bello e grandioso viene da pensare , un po meno per chi ha un vecchio tema, magari non piu supportato o che non vuole aggiornare per svariate ragioni.

Ho letto in vari post, inglesi e non di svariati problemi per upgrade fatti senza pensarci due volte, morale: il sito non funziona più oppure ha funzionalità non più disponibili causa malfunzionamento. Si puo agire in due casi: il primo è verificare se esiste una versione più aggiornata del proprio template oppure adattare il proprio template fatto a mano in base alle nuove funzionalità di wordpress ( vedere CODEX ). E se non è disponibile un aggiornamento del tema o non si hanno le conoscenze per modificare il tema? La risposta è solo una: DOWNGRADE MANUALE ( e come tale comporta un certo rischio )

 

Ricordo che la prassi, per evitare guai, è di procedere sempre con un backup dei file e del database prima di ogni aggiornamento, sopratutto nel caso di passaggi di release: la procedura che segue ha funzionato ben 2 volte nel mio caso, tuttavia non garantisco ne mi prendo la responsabilità per eventuali danni arrecati.

 

Nel caso non si possiedano backup si può tentate il downgrade con questa prassi:

– Entrare nel backend di wordpress, come amministratore, e disattivare tutti i plugin.
– Sloggarsi dal backend
– Aprire il vostro client FTP e backuppare ( per sicurezza ) tutti i file attuali in una directory del vostro computer
– Eliminare sul server SOLO le seguenti directory: wp-admin e wp-includes [ NON ELIMINATE NIENT’ALTRO ] – Scaricate la versione precendente di WordPress ( la 3.5.2 ) dal seguente LINK
– Scompattate in locale l’archivio di wordpress 3.5.2 – Via FTP copiate, sovrascrivendo, tutte le cartelle/file TRANNE la wp-content
– Collegatevi all’indirizzo di login del backend ( www.tuosito.it/wp-admin ) : Vi verrà proposto l’aggiornamento del database: FATELO A questo punto potete entrare, ripristinare i vostri plugin ( possibilmente uno alla volta, e poi testando l’effettiva compatibilità )
Può succedere che i widget vadano ripristinati uno ad uno ( in un caso su due è stato necessario ).

 

Ricordo infine che questa procedura manuale ha un bel margine di rischio: si può evitare facendo regolarmente un backup dei file del sito e del database.

 

La seguente guida è stata tratta da questo indirizzo http://etuts.org/manually-downgrade-wordpress/

Pubblicato il 22 agosto 2013 in Tutorial-Web

Condividi l'articolo

Back to Top